Associazione Italiana per l'Arbitrato Cookies Policy

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per conoscere i cookie utilizzati dal sito ,accedi alla Cookie Policy. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy

Cosa sono

I cookie sono piccoli file di testo memorizzati nel computer o nel dispositivo mobile dell´utente quando visita il nostro sito web.

A cosa servono

I cookie sono da noi utilizzati per assicurare all´utente la migliore esperienza nel nostro sito.

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviare messaggi promozionali personalizzati.

Tipologie di cookie

I cookie sono categorizzati come segue.

Cookie di sessione. Cookie automaticamente cancellati quando l´utente chiude il browser.

Cookie persistenti. Cookie che restano memorizzati nel dispositivo dell´utente sino al raggiungimento di una determinata data di terminazione (in termini di minuti, giorni o anni dalla creazione/aggiornamento del cookie).

Cookie di terze parti. Cookie memorizzati per conto di soggetti terzi.

E possibile controllare ed eliminare i singoli cookie utilizzando le impostazioni della maggior parte dei browser. Ciò, tuttavia, potrebbe impedire di utilizzare correttamente alcune funzioni del nostro sito web.

Per saperne di più è possibile fare riferimento a www.aboutcookies.org o www.allaboutcookies.org.

Gestione dei cookie direttamente dal sito

Per ottimizzare la tua esperienza anche nella gestione dei cookie, abbiamo deciso di organizzare i cookie utilizzati da questo sito in quattro categorie, in base alle finalità perseguite: essential, comfort, performance, advertising.

Essential: Questi cookie sono indispensabili per il regolare funzionamento del sito e delle relative funzioni. Esempi: cookie di autenticazione.

Comfort: Questi cookie consentono di migliorare il comfort e l´usabilità dei siti Internet e di mettere a disposizione svariate funzioni. Ad esempio, nei cookie comfort è possibile memorizzare i risultati delle ricerche, le impostazioni della lingua, la dimensione del carattere.

Performance: Questi cookie raccolgono informazioni su come sono utilizzati i siti Internet. I cookie prestazionali ci aiutano per esempio a stabilire quali sono i settori più popolari del nostro sito. Questo ci permette di adattare i contenuti delle pagine Internet ai vostri desideri e al contempo di migliorare i servizi Internet offerti.

Advertising: Questi cookie sono utilizzati per personalizzare l´invio delle informazioni e delle comunicazioni pubblicitarie, in funzione degli interessi dell´utente, ad es. in base alle pagine visitate.

 

Google Analytics

il sito www.arbitratoaia.com include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie). Google Analytics utilizza i cookie per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito web (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito utilizza lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un Utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato: https://www.google.it/policies/privacy/partners L’utente può disabilitare in modo selettivo l’azione di Google Analytics installando sul proprio browser la componente di opt-out fornito da Google. Per disabilitare l’azione di Google Analytics, si rinvia al link di seguito indicato: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout

CARICHE SOCIALI

 Le principali cariche sociali dalla sua fondazione

 

Presidenti:

Antonio Segni (1958-1962);

Pietro Campilli (1963-1974);

Renato Lombardi (1975-1982);

Pasquale Chiomenti (1982-1987);

Giuseppe Guarino (1987-1997), Presidente onorario dal 1997;

Natalino Irti (1997-2000);

Antonio Maccanico (2000-2011);

Piero Bernardini (2011-2016).

Andrea Giardina (da Giugno 2016)

 

Presidenti della Corte di Arbitrato:

Enrico Redenti (1961-1962);

Luigi Oggioni (1963-1972);

Antonino Papaldo (1972-1993);

Riccardo Monaco (1993-2000);

Giuseppe Mirabelli (2000-2005);

Cesare Mirabelli (dal 2005).

 

Segretari Generali:

Giancarlo Moro Visconti (1958-1963);

Mauro Ferrante (1964-2011);

Maria Beatrice Deli (da maggio 2011)

 

PER SAPERNE DI PIU' CLICCA QUI

 

 

Scarica lo statuto

L'ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L'ARBITRATO

STORIA E ATTIVITA'

L’Associazione Italiana per l’Arbitrato (A.I.A.) è stata fondata nel 1958 sotto gli auspici della Sezione Italiana della Camera di Commercio Internazionale, ad iniziativa di Antonio Segni, Eugenio Minoli e di altri eminenti studiosi. Vi aderirono da subito importanti gruppi imprenditoriali italiani, tra i quali furono Soci fondatori: Fiat, IBM Italia, Camera di Commercio Industria e Agricoltura di Roma, Banco di Sicilia, Esso Standard Italiana, Carlo Erba, STET, IRI, ABI, Finmeccanica, Unioncamere, Associazione Granaria di Milano, UTET, Pirelli, Banco di Napoli, Camera di Commercio di Firenze, Riunione Adriatica di Sicurtà, Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Bologna, Ente Nazionale Risi, Assonime, Gruppo Magneti Marelli.

Fin dalla sua fondazione, l’A.I.A. ebbe il sostegno del Ministero degli Affari Esteri italiano, che ravvisò nell’arbitrato uno strumento essenziale di prevenzione e composizione delle controversie internazionali.

Il contributo dell’A.I.A. all’elaborazione delle Convenzioni arbitrali multilaterali

Eugenio Minoli, Socio fondatore ed ispiratore dell’A.I.A., partecipò, su delega del Governo italiano, ai lavori che portarono all’adozione della Convenzione di New York del 1958 sul riconoscimento e l’esecuzione delle sentenze arbitrali straniere, ancora oggi la più importante normativa internazionale in materia di arbitrato.

L’A.I.A, inoltre, partecipò attivamente ai lavori che portarono all’elaborazione della Convenzione europea sull’arbitrato commerciale internazionale, firmata a Ginevra nel 1961, nonché della Convenzione di Washington del 1965 istitutiva dell’ICSID, per il regolamento delle controversie fra Stati e privati in materia di investimenti.

Le partnership e le collaborazioni

L’A.I.A. ha stipulato negli anni una serie di accordi di collaborazione con Organismi arbitrali stranieri, tra i quali: l’American Arbitration Association, la Camera per il Commercio Estero della Polonia, la Camera di Commercio e Industria di Mosca, l’Associazione Giapponese dell’Arbitrato Commerciale, la Camera di Commercio e Industria della Romania, la Camera Economica Federale Austriaca, la Camera di Commercio della Bulgaria, le Commissioni arbitrali della Repubblica Cinese, la Camera di Commercio Ungherese e l’Istituto Tedesco per l’Arbitrato-DIS.

Essendo nata sotto gli auspici della Sezione Italiana della Camera di Commercio Internazionale, l’A.I.A. ha sempre mantenuto stretti rapporti di collaborazione con la I.C.C. di Parigi e dal 2011 partecipa, tramite il suo Presidente e il Segretario Generale, al Committee on Arbitration che sovrintende ai rapporti con la ICC Court of Arbitration.

Attualmente è anche attivo un rapporto di collaborazione con la Camera Arbitrale di Milano, con Quadra, con la Camera di Commercio di Roma, con ISPRAMED, con l’Ordine degli Avvocati di Roma.

L’attività dell’AIA oggi

L’attività dell’AIA oggi si struttura su due piani: da un lato, l’attività scientifica e di promozione dell’arbitrato, attraverso convegni nazionali e internazionali, seminari e corsi rivolti a professionisti e operatori delle imprese; dall’altro, l’A.I.A. opera nell’amministrazione di arbitrati sulla base di un proprio meccanismo di risoluzione delle controversie. Quest’attività si fonda sull’applicazione di un Regolamento di arbitrato cui sovrintende la Corte di arbitrato dell’A.I.A. e che è stato negli anni oggetto di varie revisioni, fino alla più recente nel dicembre 2011.

L’A.I.A. infine promuove la cultura dell’arbitrato attraverso la pubblicazione quadrimestrale della Rivista dell’Arbitrato, di Giuffrè Editore.